Come pescare il barracuda a spinning Spinning

Come pescare il barracuda a spinning


CONSIGLI SU COME PESCARE IL BARRACUDA A SPINNING

Il barracuda è sicuramente uno dei pesci più ricercati dagli amanti dello spinning. E come pescare il barracuda a spinning è una delle  ricerche che molti fanno. Si tratta di un pesce aggressivo, che regala salti spettacolari, attacchi volanti e fughe prima di esser portato a riva. Una specie che affascina un po’ tutti, anche quelli che pescano poco in mare. Il barracuda mediterraneo e una specie che si è accostata e ha preso sempre più piede negli ultimi 20 anni. Può raggiungere misure considerevoli anche oltre i 10 kg, regalando combattimenti al limite.




A differenza del serra e della spigola, il barracuda ama le acque pulite. E’ molto raro trovarlo vicino alle foci dei fiumi. Preferisce piuttosto restare in prossimità della scogliera, che sia essa naturale o artificiale. Non è raro infatti trovarlo lungo le banchine dei porti, dighe forane ed antemurali. O ancora le imboccature degli stessi porti. Delle aree che sono per lui ricche di pesce foraggio di ogni tipo.

Il barracuda a spinning si cerca durante i cambi di luce. E’ un predatore che ama queste condizioni, quindi all’alba ed al tramonto. Nonostante ciò, si può considerare un predatore a 360°. Può attaccare tutta la notte oppure a giorno pieno. In determinate zone ama la scaduta con schiuma forte, in altre la calma piatta. A mio avviso i momenti migliori sono al primo quarto e durante la luna piena. Ma sono solo mie considerazioni, perchè come detto è un predatore imprevedibile. A seconda dello spot e delle condizioni, il barracuda cambia le proprie abitudini.

Ama qualsiasi tipo di artificiale. Dai top water ai jerk, passando per minnow, long jerk, jig inchiku e gomme montate su teste piombate. Per quanto riguarda l’attrezzatura, questa deve essere “tosta”. Dove si caccia il barracuda, la presenza di altri pesci, anche di grossa dimensione, è una realtà costante. Per le canne le ideali sono quelli di lunghezza a partire da sette piedi. Meglio una lunghezza maggiore se si pesca da alte scogliere. Azione fast o extra fast.

Mulinello di dimensione 5000, con trattamento anti salsedine ed in grado di contenere almeno 300 yard da 25 – 30 – 40 libbre. Personalmente prediligo il 30 lb, a cui aggiungo un finale in fluorocarbon da 0.45 mm. Questa dimensione è l’ideale se si pesca con la gomma. Se invece si usano gli hard bait (esche dure) meglio aumentare  0.55 mm.

Il recupero degli artificiali è tendenzialmente lento. Lunghe jerkate e stop & go. Il barracuda ama molto gli artificiali suspending, piuttosto che quelli che vanno direttamente sul fondale. Le misure vanno dai 12 cm ai 20 cm per i jerk, minnow e long jerk. Di notte ama i colori accesi come il bianco, bianco/giallo, arancione, arancione/giallo e nero. Di giorno, in piena luce, colori naturali e nero. Durante l’alba ama molto il marrone con riflessi arancioni.

Sui top water ormai i needle hanno preso piede, ma i popper su esemplari di taglia vanno sempre bene. Come anche i WTD. Quando sono diffidenti gli shad da 3 – 3.8 – 4 pollici color bianco possono fare la differenza. In particolare di notte, utilizzando delle teste piombate da 10 /12/ 15 grammi. Recupero lento e lineare e si può fare la differenza. Non mancano le catture a jig e inchiku in scogliera cercando altre prede.

Il periodo invernale è quello dell’accoppiamento. Una situazione che avviene normalmente vicino a riva. E’ questo il momento in cui si possono fare molte catture. Le carni sono ottime e si prestano a tutti i tipi di impiego in cucina. Dal crudo al carpaccio, da una cottura al forno fino alla cacciatora.