2° Trout Area Master Trout Area

Simone Bonanno vince la 2° Trout Area Master


2° TROUT AREA MASTER


Un paio di mesi fa si svolgeva il Trout Area sbarcava a Lodi. Il tutto grazie ad una manifestazione targata Lineaeffe e Nomura al Laghetto Cornelia di Cornegliano Laudense. Un evento che aveva riscosso un gran successo con il tutto esaurito in termini di partecipazione. Ed anche la pescosità era stata molto buona, lasciando soddisfatti tutti. Una manifestazione talmente ben organizzata dai ragazzi de Il Paradiso del Pescatore di Trezzano e Lodi, che hanno deciso di ripeterla.

Ed ecco che è nata l’idea della 2° edizione della Trout Area Master. Stesso impianto, stessi numeri. Ancora una volta tutto esaurito con ben 39 partecipazioni. Il tutto condito da una favolosa giornata di inizio marzo, con le temperature che hanno superato i dieci gradi fin dai primi turni di gara. Stesse modalità per l’evento. Nove turni di gara, quarti di finale, semifinale e finali. Unica differenza rispetto alla prima edizione, una continuità di pesca per tutti fino alla fine.

La scelta è stata infatti quella di far si che i qualificati ai quarti di finale potessero scontrarsi fino alla fine. Quindi finali dal primo al terzo classificato, dal quarto al sesto, dal settimo al nono e così via. Una formula interessante per permettere a tutti di pescare più tempo possibile. Purtroppo i forti sbalzi di temperatura non hanno aiutato nell’attività delle trote. Durante i turni di qualificazione ci sono stati alcuni cappotti e la finale per il primo posto è stata decisamente emozionante.

Simone Bonanno ed Andrea Testa hanno dovuto procedere alla Golden Trout. Un tempo supplementare che ha visto un susseguirsi di trote attaccate e slamate da parte di entrambi. Alla fine la vittoria finale è andata a Simone Bonanno che ha replicato il successo della prima gara. Un 100% di realizzazione per lui in questa Trout Area Master. Il terzo posto è andato invece a Maurizio Manzi.

Come sempre ricchi premi in palio. Al vincitore è andato ancora un buono valore. Il secondo si è portato a casa un mulinello Shimano Soare. Il terzo invece ha visto vincere una canna Daiwa Presso Black Edition. Inoltre tutti i partecipanti sono stati omaggiati con uno spoon Nomura ed una bustina di ami Ecogear.

 

Al di là della pescosità, ancora una volta una manifestazione che ha lasciato contenti tutti. Il Trout Area continua la sua espansione e continuano le gare anche nel mese di marzo. Lo stesso Paradiso del Pescatore di Lodi organizzerà un’altra gara al Laghetto Canadi di Spino d’Adda.