The Big One 2017 NOTIZIE DAL MONDO

The Big One 2017


FIERA DELLA PESCA – THE BIG ONE 2017

Come ogni anno in Inghilterra si tiene la più grande manifestazione fieristica europea della pesca. Parliamo del cosiddetto The Big One. Un evento che attira ogni anno più di ventimila visitatori paganti. Per Fishingmania anche quest’anno è stato presente il nostro collaboratore Roberto Cattozzi che ormai ogni anno non manca all’evento. Ecco il suo racconto.




Nel weekend dell’ 8 ed il 9 Aprile, l’aerodromo di Farnborough nella contea del Hampanshire UK, ha ospitato l’edizione 2017 del “The Big One”. La più importante manifestazione fieristica d’Inghilterra per quanto riguarda la pesca sportiva. Anche questa edizione ha visto un cospicuo numero di visitatori. Sono stati quasi 23.000 in 2 giorni i presenti. E tutti hanno preso d’assalto gli oltre 200 stand espositivi. Stand nei quali era anche possibile acquistare direttamente i prodotti.

Oltre agli espositori, come tutti gli anni erano presenti delle aree di intrattenimento al The Big One. Per i più piccoli l’area gioco incentrata naturalmente sulla pesca. Per tutti gli altri i due “Seminar Theatre”, dove pescatori ed agonisti del calibro di Callum Dicks, Tommy Pickering, e Mark Pollard hanno affrontato e discusso ed esposto ai partecipanti argomenti di interesse.  Per esempio la preparazione ad una gara di primissima importanza, “Pre-match preparation at the top level”. O ancora la pesca a feeder in acque commerciali, “Commercial feeder fishing”.

Inoltre ques’anno era presente anche il “Kordatorium” allestito dall’azienda Korda. Al suo interno si sono affrontati principalmente discussioni e tattiche relative al carpfishing. Tra le novità e le curiosità mostrate ques’anno ai nostri obbiettivi possiamo segnalare allo stand Browning le nuove tra cui roubaisienne ZERO G F1 PLUS della linea “Sphere”. Un nome questo che identifica la linea top level del marchio. Inoltre sono stati presentati anche dei calci a sezione quadrata per una migliore aderenza.

Sempre in casa Browning, interessante la nuova linea dei cage da feeeder per la pesca in calata. Questi pasturatori di nuova generazione sfruttano il concetto delle “boccette” per la pesca alla trota in lago. In pratica fanno affondare il pasturatore lentamente per catturare i pesci anche a mezz’acqua.

In casa Maver UK le roubaisienne in mostra per la stagione 2017 erano quelle della linea “Signature”. Mentre da Garbolino oltre alle rouba UK, a fare bella mostra di se era il nuovo paniere. Nello stand MAP due le novità più interessanti. Le nuove roubaisienne in un look completamente nero, le canne della linea Concept. Canne poliedriche di pregevole leggerezza e rigidità ma adatte anche alle pesche più gravose. Inoltre i nuovi carrelli per il trasporto dell’attrezzatura ed il nuovo paniere.

Per la prima volta presente anche il marchio Rive che ha portato i suoi celebri panieri. Prodotti che non hanno assolutamente necessità di presentazione. Presenti anche i nuovi rulli, decisamente stabili e robusi. Passando al Carpfishing, parliamo di CC MORE. Un brand famoso per le esche dedicate al carpfishing che ha presentato i nuovi liquidi attrattivi nei gusti “Hot Chorizo Extract” e “Liquid G.L.M.Extract”. Sempre per gli amanti del carpfishing da segnalare le nuove tende esposte da ACQUA.

Passiamo a Bait-Tech. Per noi presente l’amico Andy Neal della nazionale gallese. Andy ha presentato alcuni dei prodotti già visti al Pescare Show di Vicenza. In particolare la lnea The Juice composta dai nuovi liquidi ed i nuovissimi pellet che presenteremo in dettaglio su Fishingmania.

Nell’affollatissimo stand Guru il campione del mondo di pesca a feeder Steve Ringer ci ha mostrato i nuovi accessori della casa inglese sia per la pesca a feeder, che per la pesca a pellet waggler. Parliamo dei nuovi “Foam Pellet Waggler”.

Immancabile la Preston Innovations che ha realizzato uno stand di dimensioni extra, anche con la  linea Sonubaits. Da una parte presente il nazionale inglese Lee Kerry che dispensava consigli agli appassionati visitatori. Dall’altra il CT della nazionale inglese Tommy Pickering, che ci ha presentato le nuove borse dedicate alla pesca con il pasturatore. Un prodotto molto interessante che risulta essere la nuova soluzione per la scolatura dell’acqua dai pellet. A fianco, invece, ad interessare gli Specialis Angler c’erano le minuterie della ditta inglese Korum.

In casa Daiwa, Will Raison ci ha mostrato alcuni nuovi prodotti. La nuova linea di galleggianti della casa giapponese e la nuova roubaisienne top di gamma Tounament Pro XLS. Da Frenzee, che da quest’anno sarà distribuita anche in Italia da Hydra, a far bella mostra c’erano i nuovi panieri ed i multeplici accessori a corredo. Accessori dotati di sistema di sblocco\blocco rapido.

Interessanti erano anche i nuovi piombi da feeder con la possibilità di contenere piccolissime quantità di pastura o pellet ideali per le pesche invernali. Interessanti, come sempre, erano i galleggianti (tra tutti gli originali Stick Float e i Pellet Waggler) prodotti e venduti da Dave Harrell. Probabilmente il migliore river angler di sempre al box Dave Harrell Angling.

In casa Sensas sono stati presentati i nuovi panieri e le nuove roubaisienne prodotte con il cabonio Nanoflex. Non sono ovviamente mancate anche le linee di esche e pasture conosciute in tutta Europa. Ed a proposito di esche e pasture, molto interesse tra i partecipanti hanno destato quelle presentate da Nick Speed per Dynamite Baits.

Tra gli espositori “minori” al The Big One, o per meglio dire quelli non conosciuti sul mercato italiano interessanti sono state le pedane per panieri prodotte da FABTRAYS. I dispositivi di fissaggio dei pallini di Dinsmores. I panieri di Octobox. I galleggianti del campione ungherese Dino. I galleggianti fatti a mano da DT-Float ed i lega ami motorizzati presentati da Floats Direct.